L’ orribile attesa del Giudizio Universale

giudizio

Divertente, simpatico.

Riporto :

“Cosa si faceva di preciso tutto il santo giorno in cielo? …. se si era comunque in uno stato di totale letizia, allora immaginavo fosse indifferente il modo in cui si passavano le ore. Si poteva anche solo stare a guardare le nuvole, annusare i fiori o girarsi i pollici e si sarebbe stati appagati e felici. Suonava un pò come essere costantemente fumati.”

” Il vostro cuore non tremi. Vivete senza temere una punizione o il fuoco dell’inferno. Fate il bene al prossimo perchè questo è un vostro libero desiderio, e anche se fosse solo per amor vostro, perchè la vostra stessa vita ne risulterà più ricca e più bella.”

Ancora….

Rassicuro i miei lettori…. Sono ancora viva e tornerò a postare quanto prima…. Devo solo avere il tempo di riprendere le mie letture…. La pila di libri da leggere mi aspetta di fianco al divano e ormai sta diventando una torre …. Nel frattempo AUGURI per uno SPLENDIDO Immagine

Margherita Dolcevita

“Che bello ! Che bello!” Questo era il pensiero mentre lo leggevo… “E pensare che a me Stefano Benni non è mai piaciuto… Ma questo è un capolavoro… ecc ecc…” Esaltazione da nuovo libro 🙂

“Oh, MIO DIO !” Questo era il pensiero mentre leggevo la fine.

E qui vi voglio, a leggere le fine.

Odore di chiuso

Mah… sono perplessa. Mi aspettavo un pò di più, non so perchè…

Intanto è troppo breve, fai appena in tempo ad abituarti allo stile narrativo e all’italo/toscano che il romanzo si conclude dopo una trama tutto sommato semplicissima, quasi banale…

Poi, non so… è come se fosse l’inizio di una idea che poteva ingigantirsi e svilupparsi meglio e invece è rimasta racchiusa in una piccola bollicina…

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

L’ho visto talmente tante volte nello scaffale del supermercato che appena è andato in offerta l’ho comprato per togliermi lo sfizio di leggerlo, pur non convincendomi molto. Ma essendo di uno scrittore svedese, mi incuriosiva. Ho fatto bene a comprarlo. Inusuale e divertente, mi piace il punto di vista con cui tratta gli avvenimenti storici e le personalità dei “grandi” descritti. Da leggere. 🙂